Verona, 29 dicembre 1017 – 1 gennaio 2018

Dal lamento al canto

Trasformare il dolore in compassione

Seminario esperienziale

“Il dolore, come il piacere, è un’esperienza cosmica”.
~ Matthew Fox

Da una parte, il palcoscenico televisivo e mediatico lo spettacolarizza e sfrutta; dall’altra, certe nuove spiritualità pret-a-porter propongono facili ricette per la sua cancellazione. In realtà, il dolore che emerge dalle migrazioni umane, dal disastro ecologico, dalla disoccupazione, dalle ingiustizie sociali, dalle violenze di genere, ecc penetra nelle nostre ossa.

Che cosa propone la spiritualità del creato in questo seminario?

Innanzitutto ci insegna che non si può partire dal dolore; c’è il rischio, infatti, di esserne sovrastati e sentirsi sopraffatti. Per poter attraversare il dolore e uscirne trasformati occorre radicarsi nella meraviglia e unirsi al canto del creato. In secondo luogo ci invita a condividere il nostro dolore; non nel senso di lamentarci per le disgrazie della vita, ma osando penetrare nel dolore nostro e altrui e lasciarsi delicatamente schiudere alla compassione. Ci aiuterà in questo percorso anche la forza vitale dei “canti di lamento” provenienti dalla sapienza di antiche tradizioni del lutto.

Il seminario propone questo viaggio iniziatico nel cuore dell’inverno, nei giorni del passaggio tra un anno e l’altro. Tempo propizio per una profonda trasformazione.

➔ INFORMAZIONI SU ISCRIZIONI E COSTI

➔ PROGRAMMA DETTAGLIATO

L’inizio del seminario è previsto per le ore 18.00 di venerdì 29 dicembre. L’équipe accoglierà i partecipanti a partire dalle ore 16.
Il seminario terminerà lunedì 1 gennaio per le ore 17.

Venerdì 29 dicembre

  • 18.00    cerchio di benvenuto
  • 19.30    cena
  • 21.00    proiezione film

Sabato 30 dicembre

  • 7.30    meditazione silenziosa
  • 8.00    colazione
  • 9.00    “Risvegliarci alla meraviglia” (pratiche in natura)
  • 10.30   “Assaporare, radicarci nella vita” (pratiche di via positiva)
  • 13.00   pranzo
  • 15.00   “La fiducia apre la strada” (pratiche di ascolto di sé)
  • 17.00   “Il coraggio, virtù essenziale del viaggio spirituale”(laboratorio)
  • 19.30    cena
  • 21.00   serata in festa: “Il cerchio di Sara”

Domenica 31 dicembre

  •  7.30     meditazione silenziosa
  • 8.00      colazione
  • 9.00      “Lasciar essere il dolore” (insegnamento)
  • 10.00    “Lasciare essere il silenzio” (meditazione)
  • 11.30    “Stare di fronte all’oscurità” (pratica meditativa)
  • 13.00    pranzo
  • 15.00    “Dal lamento al canto” (laboratorio di pratiche vocali)
  • 17.30    “Osare il dolore” (laboratorio di Comunicazione NonViolenta)
  • 19.30   cena
  • 22.30   “Lasciar andare il dolore” RITO

Lunedì 1 gennaio 2018

  • 7.30   meditazione silenziosa
  • 9.00   “Aprirci alla compassione” (arte come meditazione)
  • 11.30  “Io sono una stella” (laboratorio)
  • 13.00  pranzo
  • 14.30  cerchio di condivisione finale
  • 16.00  saluti e danze

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *