Perugia 29 aprile 2018

Giornata di Spiritualità del Creato

Dallo stupore alla gratitudine.

La meraviglia come pratica spirituale.

L’era moderna non si è occupata un gran che dello stupore.
Si è dedicata più ad addomesticarlo che a ravvivarlo,
più a sfruttarlo che ad apprezzarlo.

~ Matthew Fox, Educare alla meraviglia. Reinventare la scuola, reinventare l’umano

L’inizio della nostra felicità sta nel comprendere che la vita senza meraviglia non vale la pena di essere vissuta.

Quello che ci manca non è la volontà di credere, ma la volontà di meravigliarci

~ Abraham Heschel

Se il creato è una benedizione ed è costantemente una benedizione originale, la nostra risposta adeguata è gioirne.
Il piacere è una delle esperienze spirituali più profonde delle nostre vite. Ma il piacere non emerge facilmente in una società inondata dalla mentalità consumistica (…)
Il vero contemplativo ci insegna l’arte di assaporare.
Il creato infatti ha bisogno più di persone che sappiano assaporare che di persone che sappiano catalogare.

~ Matthew Fox, In principio era la gioia

Dedicheremo questa giornata a introdurci alla Spiritualità del Creato del teologo Matthew Fox che ci invita a recuperare meraviglia ed estasi come inizio di un cammino spirituale vivo. Attraverso le 10 C (presentate da Fox nel libro Educare alla meraviglia) e le 4 viae della sua proposta spirituale, faremo esperienza di alcune pratiche di stupore e assaporamento della pienezza dell’esistenza, così che scaturisca in noi la gratitudine, elemento base per una spiritualità viva e vivificante. La giornata sarà soprattutto esperienziale: attraverso diverse attività ci radicheremo nella bellezza dell’esistenza e nella benedizione della natura che ci ospita.

Dove: Biblioteca comunale “San Matteo degli Armeni”, Via Monteripido 2, Perugia

Quando: Domenica 29 aprile, ore 10-18. Attenzione: è necessario iscriversi (via email) entro il 25 aprile.

Informazioni e iscrizioni: info@spiritualitadelcreato.it

Conduce: Mario Bonfanti, dell’équipe di spiritualità del creato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *